Scienza aperta e valutazione della ricerca in tempi di crisi: AISA scrive al Presidente della Repubblica

AISA ha scritto una lettera aperta al Presidente della Repubblica per manifestargli l’urgenza di rendere l’università e la ricerca scientifica italiane più aperte, più cooperative e più solidali, in particolare per quanto concerne il regime della proprietà intellettuale e il sistema di valutazione della ricerca.

Queste, infatti, erano le parole che il presidente aveva dedicato all’apertura del sapere nel suo ultimo discorso di fine d’anno. I corsivi, naturalmente, sono nostri.

Il mosaico che compone la società italiana ha tante tessere preziose. Penso, tra le altre, al mondo delle nostre università, ai centri di ricerca, alle prestigiose istituzioni della cultura. Ho conosciuto e apprezzato in tante occasioni l’attività che si svolge in questa costellazione di luoghi del pensiero, dell’innovazione, della scienza. Si tratta di un patrimonio inestimabile di idee e di energie per costruire il futuro.
È essenziale che sia disponibile per tutti. Che sia conosciuto, raccontato, condiviso. Che siano rimossi gli ostacoli e reso più agevole il rapporto tra istituzioni culturali e società e l’accesso al sapere. In questo senso un ruolo fondamentale è assegnato ai media e in particolare al nostro servizio pubblico.

La nostra lettera aperta è invece visibile qui.

image_pdfimage_print

Accessi: 708

Un commento a “Scienza aperta e valutazione della ricerca in tempi di crisi: AISA scrive al Presidente della Repubblica

  1. Federico Leva dice:

    Anche il comunicato finale del Consiglio europeo del 26 marzo 2020 richiede interventi in questo campo. La Commissione ora ha il compito di fare proposte:

    «There is an urgent need to share scientific information and to collaborate both within the EU and worldwide on the challenge of developing a vaccine in the shortest possible time, and to make it available to all those in need, without any geographical barriers. We will increase and accelerate our support to European research teams and companies in this respect. […] We invite the Commission to make proposals in that respect.»
    https://www.consilium.europa.eu/media/43076/26-vc-euco-statement-en.pdf

I commenti sono chiusi.